sabato 21 dicembre 2013

giovedì 7 novembre 2013

sabato 12 ottobre 2013

Augusto l'età dell'oro

Augusto l'età dell'oro
CARLO ALBERTO BUCCI
La Repubblica, 08/10/2013, pagina 15 sezione ROMA

L'ESPRESSIONE ammantata di malinconia del vecchio pontifex dal capo velato nella statua di via Labicana è l'altra faccia della medaglia dello sguardo altero e marziale che spicca dal marmo di Prima Porta. Nelle due sculture del Museo nazionale romano e dei Vaticani è sempre Augusto a dominare la scena e l'impero.

Le variazioni dei sentimenti sono contemplate sotto la pelle marmorea, diafanae impassibile, del primo imperatore di Roma. Come se la propaganda della sua quarantennale pax conquistata con il ferro potesse comprendere l'apollineo e il dionisiaco, l'armonia e il furore.

Lo dimostrano, in particolare, gli accenti espressionistici, cari all'arte ellenistica, presenti nella testa del satiro e in quella, urlante, di Ulisse (dal gruppo con Polifemo a Sperlonga), che fungono da contraltare al dominante candore neoattico dell'età d'oro di Augusto. Al figlio di Gaio Ottavio che lo zio, Giulio Cesare, adottò poco prima delle idi di marzo del 44 a. C., è dedicata la mostra, ideata da Eugenio La Rocca, che si aprirà il 18 ottobre alle Scuderie del Quirinale (fino al 9 febbraio) in vista del 2014, bimillenario della morte (63 a. C. - 14 d. C.). Curata insieme con Claudio Parisi Presicce, Annalisa Lo Monaco, Cécile Giroire e Daniel Roger, la rassegna si occupa dell'arte figurativa nell'età di Augusto dividendo le opere per temi.

Uscito vincitore dalle guerre civili, il nuovo Cesare diede un impulso vigoroso alle arti sia a Roma sia nelle province del suo sterminato impero. Nella statuaria come nella produzione di gemme e argenti di Boscoreale, nelle opere pubbliche come negli arredi domestici, lo stile di Augusto e dei suoi consiglieri culturali, Agrippa e Mecenate, è improntato alla quiete dell'arte classica greca del V e IV secolo. Nuovo, e in sintonia con quanto scriveva Virgilio nelle Bucoliche e nelle Georgiche, è il variegato e raffinato dispiegamento di motivi floreali: pampini, edere, rami d'olivo e di acanto. «La natura rigogliosa sull'Ara Pacis, negli umili vasi in terracotta o nei principeschi argenti, allude alla prosperità di Roma grazie alla pax di Augusto» spiega Parisi Presicce. Inedito è il confronto tra l'Augusto di Prima Porta (20. d. C.) che si specchia nel suo modello greco, il Doriforo del grande Policleto nell'esemplare romano del Museo nazionale di Napoli. E mai prima d'ora si erano ricompattati i cosiddetti "Rilievi Grimani" - due da Vienna, uno da Palestrina, in cui appare il motivo simbolico dei cuccioli allattati in una natura, come Roma, rigogliosa e rigenerante - né quelli del monumento diviso in 11 lastre che canta, morto e divinizzato Augusto, la sua impresa ad Azio del 31 a. C.

L'esposizione, frutto di un'intesa tra i musei di Roma e di Parigi, l'anno prossimo sarà riproposta in Francia con l'aggiunta di plastici che permettano di apprezzare ciò che i romani hanno tutti i giorni sotto gli occhi: l'Augusteo, il Pantheon, il Palatino, il ponte sulla Flaminia, la splendida villa di Livia a Prima Porta. È la Roma repubblicana di tufo, mattoni e travertino che Augusto rivestì di marmo e di armonia.

martedì 8 ottobre 2013

lunedì 23 settembre 2013

venerdì 20 settembre 2013

Veduta dei Portici che ornavano le Terme di Caracalla

Veduta dei Portici che ornavano le Terme di Caracalla

martedì 20 agosto 2013

Uscita superiore della Cloaca Massia nel Velabrum - Disegno del 1870

Uscita superiore della Cloaca Massia nel Velabrum - Disegno del 1870

giovedì 15 agosto 2013

Veduta del Palatino - Tempio di Ercole - Sbocco della Cloaca Massima

Veduta del Palatino - Tempio di Ercole - Sbocco della Cloaca Massima

giovedì 18 luglio 2013

venerdì 12 luglio 2013

Animali e simboli nella storia dei romani

Animali e simboli nella storia dei romani - Roma - Repubblica.it:

VIA del Biscione, salita del Grillo, l'elefantino di piazza della Minerva: leggiamo la storia guardando sempre e solo all'uomo, come se null'altro avesse attraversato i secoli, ma basta una passeggiata per Roma a dimostrarci quante specie abbiano incrociato il nostro cammino. S'incomincia con larghi, piazze e strade intitolati a Delfini, Caprettari, Palombella, Serpenti, Scrofa, Falco, Uccelliera, Tritone, spesso motivati dalla presenza dell'animale in questione.
(...)

martedì 9 luglio 2013

Tempio del Sole overo della Salute nel Quirinale






















 Tempio del Sole overo della Salute nel Quirinale

venerdì 28 giugno 2013

Veduta dell'Isola Tiberina - Ponte Fabricio - Ponte Cestio - Chiesa e Convento di San Bartolomeo

Veduta dell'Isola Tiberina - Ponte Fabricio - Ponte Cestio - Chiesa e Convento di San Bartolomeo

mercoledì 12 giugno 2013

venerdì 7 giugno 2013

I colori segreti di Minerva Medica, ricostruire virtualmente i colori

articolo completo al seguente link:
I colori segreti di Minerva Medica, ricostruire virtualmente i colori - Il Messaggero:
 la grande aula di «Minerva Medica», capolavoro della Roma dell’imperatore Costantino (primi decenni del IV secolo d.C.) è uno dei monumenti più importanti dell’antichità.
(...)

giovedì 16 maggio 2013

Les musées d'Europe

Les musées d'Europe. Rome: le Vatican--la Chapelle Sixtine--Michel-Ange 44 illustrations hors texte et 155 illustrations dans le texte, couverture de F. de Marliave. Published 1913 by Éditions Nilsson in Paris .

giovedì 9 maggio 2013

Vestigie delle Terne d'Antonino Caracalla

Vestigie delle Terne d'Antonino Caracalla

domenica 28 aprile 2013

venerdì 26 aprile 2013

Veduta delle camere de bagni delle Terme Antoniane dalla parte di Levante

Veduta delle camere de bagni delle Terme Antoniane dalla parte di Levante

domenica 21 aprile 2013

Veduta del Monte Aventino sotto gli antichi navali

Veduta del Monte Aventino sotto gli antichi navali

domenica 14 aprile 2013

Le fontane monumentali si rifanno il look. Lavori all'Acqua Paola

Le fontane monumentali si rifanno il look. Lavori all'Acqua Paola
M. E. F.
Corriere della Sera - Roma 26/3/2013

La Fontana dell'Acqua Paola a piazza Trilussa si rifà il look: 360 giorni di lavori e consegna per il 14 febbraio del 2014. L'opera da 388 mila euro è finanziata da Urban Vision tramite la vendita di spazi pubblicitari (il primo è stato acquistato da un marchio di automobili). L'intervento rientra nel piano «a costo zero» — come ha ribadito l'assessore alla Cultura, Dino Gasperini — per il recupero delle fontane monumentali: quella di piazza Barberini riaprirà ad agosto, quando inizieranno i lavori alla «Barcaccia» di piazza di Spagna. A novembre del 2014 partirà invece il restyling della Fontana dei Leoni a piazza del Popolo. E a breve sarà pubblicato il bando per Fontana di Trevi, sponsorizzata dal gruppo Fendi. Il restauro della Fontana dell'Acqua Paola prevede, tra l'altro, il ripristino del getto dall'alto e la nuova illuminazione a led. E alla riapertura, romani e turisti potranno tornare a sedere sulla gradinata antistante. «Le telecamere — confida Gasperini — fungeranno da deterrente». Già, perché la piazza è da sempre bersaglio di nottambuli e clochard. Motivo per cui la leader del comitato «Vivere Trastevere», Dina Nascetti, si informa sull'ipotesi di recintare la fontana per evitare le «abluzioni improprie». Ma Gasperini prende tempo: «Per ora non è prevista, valuteremo».

Veduta dell'Arco di Gallieno

Veduta dell'Arco di Gallieno

domenica 7 aprile 2013